Rinnovarsi professionalmente con l'aiuto di Toni

In questa testimonianza un padre di famiglia racconta di quando ha chiesto aiuto a Toni ricorrendo alla sua intercessione per risolvere una situazione professionale e famigliare molto complessa.

Opus Dei - Rinnovarsi professionalmente con l'aiuto di Toni

Nella primavera del 1998 mi hanno informato che il 1° gennaio 1999 avrebbe avuto luogo una ristrutturazione della nostra azienda, le Ferrovie Federali Svizzere (CFF). Questo significava la cancellazione di 2.300 posti di lavoro e la creazione di un’unica Direzione generale a Berna, con la soppressione delle 3 direzioni regionali, tra le quali quella di Losanna, dove io lavoravo.

Mi vennero dati 4 giorni, durante il fine settimana dell’Ascensione, per decidere se accettare un posto nella direzione di Berna, dove sarebbe stata trasferita una parte dei miei compiti. Non mi si dava nessuna alternativa: in caso di rifiuto, sarei rimasto senza posto di lavoro.

L’assistenza a mio padre di 91 anni, diverse attività extraprofessionali a Losanna, che non potevo abbandonare, e altri motivi personali e familiari mi hanno obbligato a rifiutare il posto a Berna.

[...] Ho cominciato subito a pregare. Prima di tutto mi sono affidato a santa Maria e a san Giuseppe, ma immediatamente dopo, d’accordo con mia moglie e mia figlia, al momento della preghiera familiare, abbiamo cominciato a ricorrere all’intercessione di Toni, cosa che continuiamo a fare. Con il tempo abbiamo aggiunto altre intenzioni, pregando per diverse persone, tra cui vari nipoti. Come molti miei colleghi, mi sono iscritto a una struttura creata a questo proposito in azienda per la ricerca interna ed esterna di un impiego. Era una situazione simile a quella della disoccupazione, ma con la differenza che conservavo il diritto allo stipendio integrale per 2 anni.

[...] Grazie all’aiuto di un amico d’infanzia che si occupa di personale, ho fatto uno stage di 2 mesi a Berna, dimostrando così la mia buona volontà e la mia flessibilità per quando fosse stato necessario.

[...] Si trattava di redigere la parte internazionale dell’orario dei treni passeggeri. Ritornato a Losanna nell’ottobre del 2000, mi hanno proposto di fare uno stage in un servizio tecnico nel quale si richiedeva un funzionario amministrativo. La mia competenza in tedesco e in geografia è stata valutata, ed è stata apprezzata la mia conoscenza della rete ferroviaria svizzera. Nel maggio del 2001, alla fine di uno stage, i responsabili del servizio mi hanno consigliato di chiedere un posto di contabile. Anche se non avevo molte cognizioni di contabilità, era una possibilità di trovare un posto di lavoro stabile. Ho avanzato la mia candidatura e sono stato assunto. Oltre a me, c’era solo un altro candidato.

Sono molto grato a Toni per questo importante favore.

D. F., Losanna